HOPE: la Misericordia si attiva per aiutare chi è in difficoltà

Non lasciare indietro nessuno e fornire un aiuto concreto alle persone in difficoltà e, non solo, a causa del Covid. È stato inaugurato oggi a Molfetta il progetto “HOPE. Casa delle Persone”. 

HOPE è un progetto della durata di 18 mesi, coordinato e realizzato da Confederazione Nazionale Misericordie di Italia grazie al supporto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a valere sui fondi dell’avviso 2/2020.  

La proposta progettuale nasce per volontà di Confederazione di dare un aiuto concreto alle fasce di popolazione più vulnerabili e fragili, fornendo loro il sostegno necessario in qualsiasi momento della loro vita e per qualsiasi bisogno essi abbiano, in modo da poter creare insieme una società più inclusiva in cui nessuno si senta lasciato indietro. 

Lo spirito che anima il progetto è quello di superare la logica assistenzialista emergenziale, che fino ad oggi ha contraddistinto questo tipo di attività, privilegiando un approccio sistemico volto alla realizzazione di un’idonea formazione di tutti gli stakeholder ad ogni livello coinvolti per il rafforzamento delle capacità di risposta dell’intero territorio.

Gli ultimi dati disponibili per l’Italia mostrano un quadro nazionale fortemente aggravato in termini di povertà assoluta: 21 milioni di persone si rivolgono alle oltre 50.000 istituzioni no-profit del paese per poter sopperire ai propri bisogni. Di questi, il 20% è costituito dalle fasce più vulnerabili: NEET, anziani, malati, famiglie numerose che vivono in abitazioni sovraffollate, genitori single con figli ecc. Vulnerabilità sociale e materiale significa vivere in una condizione di continua incertezza, suscettibile di trasformarsi in vero e proprio disagio sociale ed economico. 

È in un simile contesto che il progetto HOPE interverrà in tutto il territorio nazionale, dando risposte concrete grazie alla presenza capillare sui territori delle sedi di Misericordie afferenti alla Confederazione.

Per informazioni chiamare la Responsabile del Servizio al numero 351 653 41 68 (Sig.ra Sasso Marianna)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.