Emergenza Covid, dal Comune di Molfetta 42mila euro per l’assistenza ai cittadini

La Giunta comunale ha approvato, attraverso una Delibera pubblicata sull’albo pretorio, il progetto di assistenza alla popolazione molfettese per questa seconda ondata dell’emergenza Coronavirus: l’evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’andamento dei casi territorio cittadino, ha portato alla decisione di fornire un supporto economico concreto a tutte le forze impegnate sul campo ogni giorno, con 42mila euro che saranno messi a disposizione delle associazioni coinvolte.

Il progressivo aumento del numero di casi di contagio, e la collegata estensione dell’isolamento fiduciario dei contatti, che si vanno progressivamente registrando sul territorio comunale, sta dando ad alcune criticità estremamente delicate che richiedono un intervento immediato e significativo: i contatti con la ASL e il dipartimento sono sempre più difficili e scarsamente tempestivi a causa della crescita delle positività registrate nelle scorse settimane.

I pazienti spesso non dispongono di informazioni precise in ordine alle modalità e ai tempi di effettuazione dei tamponi e agli esiti degli stessi: così si allungano drammaticamente i tempi della permanenza a domicilio, con conseguenze serissime soprattutto a carico dei gestori di attività economiche. Le persone, che dovrebbero essere contattate quotidianamente dall’Asl, avvertono spesso uno stato di lontananza e di abbandono, carichi di tali dubbi e interrogativi in ordine alla gestione della loro condizione che, soprattutto nelle situazioni di maggiore fragilità, rischiano di metterne a repentaglio la serenità e la sicurezza.

Al fine di supportare le persone che si trovano in stato di quarantena o isolamento fiduciario, gli anziani e le persone in difficoltà, si è necessario assumere impegni di sostegno alle attività del volontariato per quanto necessario all’assistenza alle persone e gestione sociale dei rischi della pandemia. Il Comune ha preso atto della disponibilità, più volte manifestata dalle associazioni di volontariato che hanno nel loro scopo sociale la salvaguardia e la tutela dell’ambiente e l’assistenza alla popolazione in situazione di emergenza

Il piano prevede dunque di agire con incisività con azioni di volontariato e di assistenza alla popolazione con servizio di assistenza per la spesa, farmaci, farmaci ospedalieri, assistenza psicologica, consegna pasti, ed interventi per l’assistenza dei bisognosi di singoli e delle famiglie più vulnerabili per far fronte alle esigenze di assistenza della popolazione in tempo di Coronavirus. Sono tutte azioni che mirano a portare sostegno per le fasce più deboli della popolazione. Dai bisogni primari quotidiani all’assistenza di persone sole, provate moralmente e psicologicamente.

Sono stati quindi individuati gli operatori che dovranno essere munti di DPI e sistemi di protezione adeguati: si tratta dei volontari di Misericordia Molfetta, Croce Rossa Molfetta, Sermolfetta, Avs, Guardie per l’Ambiente e GEPA, Associazione Auser e Caritas. Inoltre, a seguito di numerose segnalazioni al Numero Verde comunale dedicato al Coronavirus di famiglie, anziani, separati e famiglie fragili positive al Covid-19 della necessità di rifornirsi di alimenti e beni di prima necessità, si intende potenziale l’azione del Social Market Solidale per non lasciare nessuno solo.



5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments